Cosa è

E' il documento di riconoscimento che attesta l'identità della persona.
Il D.L. 26/06/2008 n.112 ha introdotto importanti novità in materia di validità della carta di identità; infatti la stessa viene fissata a dieci anni dal rilascio. Pertanto le carte di identità rilasciate in base alle precedenti disposizioni e scadute dopo il 26/06/2008 vengono rinnovatecon l'apposizione di un timbro, previa convalida del documento sul sistema informatico da parte degli uffici anagrafici.
La proroga della carta d'identità può essere richiesta in qualsiasi momento dall'interessato o da persona diversa se munita di delega e di documento di riconoscimento dell'intestatario come previsto dall'art.38 del DPR 445/2000.
È opportuno comunque, soprattutto per i cittadini che intendano recarsi all'estero, rivolgersi all'ufficio anagrafico del comune per far apporre sulla carta d'identità il timbro di proroga "ai sensi dell'Art.31 del D.L. n°112 del 25/06/2008".
Il documento può essere valido per espatriare in alcuni Stati e in questo caso non verrà apposta alcuna limitazione sull'ultima facciata.
È rilasciata a vista.
Per un elenco aggiornato dei paesi per i quali è sufficiente la Carta d'Identità, si consiglia la consultazione del sito www.viaggiaresicuri.mae.aci.it a cura del Ministero degli Affari Esteri e dell'ACI.

PER il RILASCIO della CARTA d'IDENTITA' presentare
- Tre fotografie uguali e recenti a mezzo busto, a viso e capo scoperto e senza occhiali;
- Documento di identità valido o due testimoni muniti di documento.
Il cittadino italiano maggiorenne non ha bisogno d'altro.
PER il RINNOVO
Presentare tre fotografie, la carta di identità in scadenza o altro documento valido oppure due testimoni muniti di documento.
PRIMO RILASCIO per i MINORI
Informazioni infondo alla pagina
- Valida solo per l'Italia: se il minore è in possesso di un altro documento valido non occorrono testimoni; se il minore è senza documenti è necessario la presenza di almeno un genitore ed un testimone con documento valido;
- Valida per l'espatrio: il minore deve essere accompagnato da entrambi i genitori muniti di documenti validi; i genitori possono presentarsi allo sportello anche in tempi diversi (la dichiarazione di assenso di uno dei due genitori può essere inviata anche per fax unitamente a copia del documento di identità).
In mancanza dei genitori, occorre l'assenso del tutore oppure il Nulla Osta del Giudice Tutelare;
Duplicato: se richiesto prima della maggiore età, la procedura è la stessa riportata di seguito alla voce "duplicato", tenendo conto delle indicazioni specifiche per il rilascio del documento a minori, come illustrato nei due capoversi precedenti.

RILASCIO o RINNOVO per i CITTADINI STRANIERI
Oltre a quanto richiesto per i cittadini italiani, i cittadini stranieri residenti,
Se Comunitari devono presentare anche:
- Documento di Identità del proprio Paese;
- Attestato di regolarità di Soggiorno.
Se Extracomunitari devono presentare anche:
- passaporto;
- permesso di soggiorno.
I cittadini stranieri in possesso di Attestato di Soggiorno possono richiedere solo la Carta di Identità non valida per l'espatrio.

DUPLICATO per FURTO, SMARRIMENTO o DETERIORAMENTO di una CARTA d'IDENTITA'
- tre foto;
- denuncia di furto o smarrimento in originale e in copia;
- un altro documento di identità o due testimoni.
Non occorre la denuncia in caso di deterioramento.
Non è necessario richiedere il duplicato se si cambia abitazione, professione o stato civile.

CARTA DI IDENTITA’ ANCHE PER I MINORI DI ANNI 15
A seguito dell’entrata in vigore del Decreto legge 13 maggio 2011 n. 70 è stato soppresso il limite minimo di età fissato in precedenza a 15 anni, per cui il documento può essere rilasciato a tutti i residenti, anche se la sua validità avrà una durata diversa a seconda dell'età dell’intestatario.
La carta d'identità rilasciata ai minori di anni tre sarà valida 3 anni, quella rilasciata ai i minori di età compresa tra i tre e i diciotto anni sarà valida 5 anni , mentre solo per i maggiorenni sarà valida 10 anni.
I minorenni per ottenere la carta di identità devono presentarsi personalmente allo sportello demografico del Comune accompagnati da almeno un genitore o da chi esercita la potestà genitoriale. La richiesta del documento del minore deve infatti avvenire in presenza del genitore e del minore stesso. In questo caso la carta di identità sarà rilasciata non valida per l’espatrio.
Nel caso in cui si chieda una carta di identità valida per l’espatrio, premesso che essa può essere ottenuta solo da chi è in possesso della cittadinanza italiana, è indispensabile che allo sportello oltre al minore siano presenti entrambi i genitori o chi ne fa le veci, i quali dovranno fornire l’assenso all’espatrio firmando una apposita sezione del modulo di richiesta e dichiarare, sempre sul modulo, l’ assenza di motivi ostativi all'espatrio, ai sensi dell'art. 1 del D.P.R. n. 649/1974. Nel caso in cui uno dei genitori fosse impossibilitato a presentarsi allo sportello, l’altro genitore dovrà consegnare una dichiarazione di consenso all’espatrio del genitore assente, redatta e sottoscritta in carta semplice ed accompagnata da una fotocopia integrale del documento di identità del dichiarante (carta d'identità o documento equipollente). Tale dichiarazione potrà essere anche trasmessa per via telematica all’ufficio come previsto dall'art. 38, comma 3 , del D.P.R. 445/2000.
La carta d'identità riporterà la firma del titolare solo se ha già compiuto i dodici anni , fermo restando che tale firma sarà omessa, oltre che per i minori degli anni dodici, anche in tutti i casi di impossibilità a sottoscrivere.
Le nuove disposizioni prevedono che il minore di anni 14 può utilizzare la carta d'identità per l’espatrio solo se viaggia in compagnia di uno dei genitori o di chi ne fa le veci oppure se porta con sé una dichiarazione che contiene il nome della persona , dell'ente o della compagnia di trasporto a cui il minore medesimo è affidato per il viaggio, rilasciata da chi può dare l’assenso o l’autorizzazione all’espatrio e convalidata dalla Questura o dalle autorità Consolari. E’ perciò consigliato ai genitori che intendono recarsi all’estero con il figlio minore degli anni quattordici, richiedere allo sportello demografico del municipio il rilascio dell’apposita certificazione di nascita con indicazione di paternità e maternità.

Ultimo aggiornamento

Martedi 07 Gennaio 2020